Esche per Scarafaggi: Foto e Istruzioni all’Uso

Esche per Scarafaggi: Foto e Istruzioni all’Uso

Se si avvista uno scarafaggio sui fornelli della cucina o sul pavimento del bagno bisogna agire il prima possibile perché potrebbero essercene degli altri. È noto che questi insetti sono molto prolifici, possono mangiare qualsiasi cosa e riescono a sopravvivere in condizioni proibitive, ma soprattutto sono un ricettacolo di microrganismi rischiosi per la salute.

Uno degli approcci migliori per eliminare le blatte è quello di utilizzare le esche per scarafaggi.
Questo trattamento, infatti, non si limita ad uccidere gli insetti ma li avvelena in modo che, tornando nella tana, infettino tutta la colonia.
Nonostante agiscano più lentamente rispetto alle trappole, la loro azione è più profonda ed efficace.

Esche per Scarafaggi Foto e Istruzioni all’Uso
Esempio di un'esca x scarafaggi

Come funzionano le esche per scarafaggi?

Le esche per scarafaggi sono delle scatolette di plastica contenenti un gel chimico che agisce come veleno. Il gel risulta particolarmente appetibile per tutte le specie di scarafaggi e l’effetto insorge dopo qualche ora dall’ingestione del prodotto da parte degli insetti.

Il fatto che non si trovino blatte morte all’interno dell’esca non significa che il rimedio non sia efficace. Lo scopo dell’esca, infatti, non è quello di uccidere immediatamente l’insetto ma di avvelenarlo in modo che, tornando nella tana, infetti tutta la colonia.

Foto dei Tipi di Esche più Efficaci sul Mercato

Il gel contenuto nelle esche per scarafaggi è un composto alimentare scambiato dalle blatte per cibo. Potrebbero servire alcuni giorni prima che le blatte lo identifichino come fonte alimentare e possa iniziare la sua azione. Una volta che questo avviene, gli scarafaggi ingeriscono il veleno e lo propagano nella tana al resto della popolazione.

Ciò accade perché le forme giovanili di questi insetti utilizzano le feci e gli insetti morti per nutrirsi e finiscono quindi per essere eliminate per contaminazione attraverso una reazione a catena.

Ci vogliono in genere 5-6 giorni per sterminare un’intera colonia. La prova che il prodotto funziona è che a un certo punto non ci sarà più alcuna traccia degli odiosi animaletti in giro per la casa.

Esche per Blatte: Istruzioni All'Uso

Le blatte entrano nelle abitazioni in cerca di cibo, acqua e calore e tendono ad annidarsi negli angoli più nascosti della casa.

  • Dove posiziono le esche scarafaggi?

Le esche vanno collocate nei punti dove gli scarafaggi vengono avvistati più frequentemente:

  • Sotto i mobili
  • Sotto gli elettrodomestici della cucina
  • Dietro i sanitari
  • Sotto il lavello (di cucina e bagno)
  • Nelle (eventuali) crepe del muro
  • Nei pressi dei punti di accesso dall'esterno all'interno

Le esche per scarafaggi rappresentano la soluzione d’elezione in tutti quei casi in cui l’infestazione è limitata ad aree circoscritte e la presenza degli insetti è sporadica.
Tuttavia, come tutti i metodi fai da te, non risolvono il problema a monte ecco perché quando l’infestazione è conclamata non resta altra soluzione che contattare un professionista e richiedere un preventivo per la disinfestazione blatte professionale.

5 Rimedi Contro gli Scarafaggi

5 Rimedi Contro gli Scarafaggi

Se sei finito in questo articolo stai probabilmente riscontrando un problema di blatte in casa, in ufficio o nel tuo ristorante/tavola calda e vuoi scoprire come fare per eliminare questi insetti pericolosi in maniera definitiva.

Dove Fanno il Nido?

I luoghi maggiormente infestati sono quelli in cui vi è presente del cibo, dal quale gli scarafaggi sono fortemente attirati; non è dunque raro che ove ci sia una cucina esiste la possibilità che vi si annidino questi ospiti indesiderati.
Questo discorso vale sia per le cucine di un’abitazione privata che per quelle di bar e ristoranti o scuole, istituti ed uffici. Qualora fosse presente, risultano essere a rischio anche i locali industriali e le fabbriche.

blatta su mela

Il grave pericolo della vicinanza tra scarafaggi e cibo si genera a causa della pessima abitudine di questi ultimi di “contaminare” tutto ciò che toccano, trasmettendo così allergie e malattie.

5 Metodi Efficaci Contro Scarafaggi e Blatte che Non Conosci!

  • Acqua e Ammoniaca
    Acqua e Ammoniaca

    Il fortissimo odore dell’ammoniaca irrita ogni tipo di insetto (non solo i blattodei)! Prendine un po' e gettala all'interno di lavabi e scarichi di bagno e cucina, questo ti aiuterà a prevenire la risalita (attraverso le tubature) di questi fastidiosissimi insetti infestanti. 

  • Bagnoschiuma
    Bagnoschiuma

    Un altro rimedio tutto al naturale contro gli scarafaggi prevede l'utilizzo del bagnoschiuma! Questo oggetto è facilmente reperibile in quanto presente in ogni casa, vediamo come procedere: crea una miscela composta da 90% di bagnoschiuma e 10% di acqua e inseriscila all'interno di una confezione vuota di un comunissimo spray per la casa. Una volta creata la nostra soluzione fatta in casa spruzzatela sugli esemplari che vedete, i quali rimarranno stecchiti sul colpo. Questo metodo funziona ma, in quanto campioni di nascondino, gli scarafaggi tendono ad insediarsi negli anfratti più stretti impedendoci così di ucciderli.

  • Bicarbonato e Zucchero
    Bicarbonato e Zucchero

    Questo semplice rimedio tutto naturale aiuta ad allontanare gli scarafaggi; ti basterà mixare bicarbonato di sodio e zucchero e cospargere il risultato nelle zone adiacenti a mobili e credenze della cucina, o in alternativa dove avete avvistato gli esemplari. Lo zucchero serve ad attirare le blatte mentre il bicarbonato invece, agirà all'interno del loro stomaco.

  • Foglie di Alloro
    Foglie di Alloro

    Le foglie di alloro, come quelle di altre piante, hanno un odore molto distinto, forte e particolare al punto da infastidire piccoli insetti come, appunto, gli scarafaggi. La prima fase dell'attuazione di questo metodo di allontanamento blatte prevede il tagliuzzare minuziosamente le foglie, successivamente andranno posizionate vicino al nido degli scarafaggi da voi avvistato. Questo repellente è tra i più eco-sostenibili!

  • Vasellina
    Vasellina

    La trappola di vasellina contro gli scarafaggi è semplicissima da fare: sarà necessaria la metà di una bottiglia di plastica alla quale applicheremo la vaselina, lungo tutto il bordo interno. Sul fondo della bottiglia invece, dovremo posizionare qualcosa che attiri gli insetti (come bucce di patate, di mela o di arancia). La tua trappola fai da te è pronta! Posizionala agli angoli di casa e aspetta che faccia effetto; durante la notte le blatte usciranno e cadranno in trappola, rimanendo incollate alla vasellina!

Disinfestazione Blatte e Scarafaggi

disinfestazione blatte e scarafaggi

Servizio Professionale di Disinfestazione Blatte e Scarafaggi

Gli interventi professionali di Disinfestazione Blatte e Scarafaggi vengono effettuati da tecnici esperti nel settore della sanificazione e disinfestazione, appunto.
Questo tipo di servizio viene richiesto quando ci si trova a combattere contro un’infestazione di insetti, ed è estremamente necessario.
Le blatte sono insetti ripugnanti che rappresentano una vera minaccia per la salute dell’uomo; in grado di trasmettere malattie, gli scarafaggi sono pericolosi e vanno eliminati.

Dove si fa la Disinfestazione Blatte?

  • Pizzerie
  • Ristoranti e Pub
  • Scuole
  • Uffici Privati e Pubblici

Non c’è limite ai luoghi in cui si possono annidare le blatte, di conseguenza gli interventi di deblattizzazione vengono effettuati dappertutto, ove necessario.
Nessun ambiente è al sicuro, specialmente se umido e buio.

Contatta il Disinfestatore più Vicino a Te!
tecnico disinfestatore
Esche per Scarafaggi Foto e Istruzioni all’Uso
Marilyn

Esche per Scarafaggi: Foto e Istruzioni all’Uso

Se si avvista uno scarafaggio sui fornelli della cucina o sul pavimento del bagno bisogna agire il prima possibile perché potrebbero essercene degli altri. È noto che questi insetti sono molto prolifici, possono mangiare qualsiasi cosa e riescono a sopravvivere in condizioni proibitive, ma soprattutto sono un ricettacolo di microrganismi rischiosi per la salute.

Leggi di Più »

Disinfestazione Obbligatoria nelle Scuole

disinfestazione obbligatoria nelle scuole
  • Disinfestazione obbligatoria nelle scuole?

Le scuole sono luoghi frequentati quotidianamente da una moltitudine di persone, per questo è di fondamentale importanza garantire agli studenti e a tutto il personale scolastico un ambiente salubre nel rispetto degli obblighi igienico-sanitari previsti dalla normativa vigente.

LeggiNormativa Disinfestazione Blatte nelle Scuole

È noto che insetti come le blatte possono essere vettori di agenti patogeni responsabili di svariate malattie pericolose per l’uomo, come la salmonellosi e il colera, e che il contatto diretto con esse o con i loro resti possa dare luogo a reazioni allergiche.

Disinfestazione a Scuola

È pertanto inammissibile che in un luogo come la scuola vengano allentati i controlli mettendo a rischio la salute dei giovani.
Proprio per questo motivo, in caso di infestazione da blatte, è stata imposta dall’alto una disinfestazione obbligatoria nelle scuole finalizzata a responsabilizzare i dirigenti scolastici a provvedere affidandosi a ditte specializzate nella lotta agli infestanti.

Perché è importante la disinfestazione nelle scuole?

La presenza di blatte nelle scuole è assolutamente inaccettabile in quanto è indice di scarsi controlli in un ambiente che richiede la massima allerta contro infestanti nocivi per la salute di grandi e piccoli.

Gli istituti scolastici, per la loro particolare struttura architettonica, sono ambienti ideali per l’ingresso degli scarafaggi, che qui trovano un habitat perfetto per nidificare e prosperare indisturbati anche grazie all’abbondanza di cibo e di anfratti in cui rifugiarsi.

L’alto grado di dannosità che questi infestanti possono provocare in un’area comune richiede una risposta tempestiva ed efficace.

In caso di avvistamento di scarafaggi nei locali interni ed esterni delle scuole, studenti, genitori, docenti e tutto il personale hanno il diritto di allertare non solo il dirigente scolastico ma anche il Comune chiedendo un radicale intervento di deblattizzazione e sollecitando disinfestazioni preventive e programmate.
Di solito la gestione di questa attività viene affidata ad una ditta specializzata in disinfestazione da blatte che provvederà tempestivamente a risolvere il problema.

Prevenire l'Infestazione

  • è obbligatorio effettuare interventi preventivi nelle scuole?

Non esistono norme che impongono l’obbligo di disinfestazione preventiva nelle scuole, ma al manifestarsi dell’infestazione l’intervento mirato a ricondurre l’ambiente entro certi standard igienico-sanitari diviene obbligatorio come espressione dell’inviolabile diritto alla salute sancito dalla Costituzione. Il Ministero della Salute, con l’ordinanza 10 febbraio del 2012, ha imposto che le operazioni di disinfestazione e derattizzazione siano effettuate da imprese specializzate in modo tale che non venga arrecato alcun danno alla salute di persone e animali.

Come funziona la disinfestazione da blatte nelle scuole?

Ogni intervento di disinfestazione da blatte è preceduto da un’ispezione dei locali volto a valutare la portata dell’infestazione e a individuare le strategie più adeguate che ne permettano lo sterminio.

Durante il sopralluogo, vengono individuati i punti critici, quali, ad esempio, scollamenti delle piastrelle di pavimenti e muri, interstizi tra muratura e tubazioni, perdite d’acqua, ecc. che verranno prontamente segnalati ai responsabili dell’igiene affinché possano attuare i necessari interventi di manutenzione e riparazione.

Trappole per Blatte: Disinfestazione Blatte Fai da Te

Trappole per blatte dove si comprano?

trappola per blatte

La lotta alle blatte dovrebbe essere affidata a personale esperto perché si tratta di insetti molto difficili da debellare: si annidano nei punti più nascosti della casa, escono solo al buio e sono resistenti a molti degli insetticidi che si trovano in commercio. Tuttavia, se si decide di optare per il “fai da te“, una delle migliori soluzioni è rappresentata dalle trappole per blatte, sia per l’efficacia, sia per il basso impatto ambientale. 
Puoi acquistare le trappole per scarafaggi comodamente su internet.

Trappole Adesive per Blatte

Le trappole per blatte sono dei rimedi utilizzati sia per il monitoraggio delle aree infestate sia per la cattura degli insetti. Quelle tradizionali (trappole adesive) sono costituite da piccole scatole di cartone con fessure ai lati, simili a casette, con il fondo cosparso con un collante che serve ad intrappolare le blatte, attirandole per mezzo di una sostanza adescante

Trappole elettriche per Blatte

Oltre alle trappole collanti, in commercio si possono trovare altri rimedi che agiscono intrappolando gli scarafaggi. Le trappole elettriche, ad esempio, sono delle scatole di metallo che attirano le blatte per mezzo di un’esca; una volta intrappolati, gli insetti vengono uccisi da una scarica elettrica. 

Le trappole per scarafaggi vanno posizionate nei luoghi d’accesso degli insetti, in modo da creare una barriera al loro ingresso, e nei punti in cui le blatte vengono avvistate con maggior frequenza, come le fessure nei muri, i fori di ventilazione, gli scambiatori di calore degli elettrodomestici (frigo, freezer, macchina del caffè, ecc.) e i contenitori dell’immondizia.
Dopo aver posizionato le trappole, è consigliabile avere l’accortezza di tenerle sotto controllo.

La Blattella germanica, ad esempio, è solita portare con sè le uova; qualora venga catturata insieme all’ooteca, può succedere che, dopo la schiusa, le larve non restino intrappolate nella striscia collante, andando così a rintanarsi in un luogo protetto e a cercare nutrimento.

Le trappole per blatte rappresentano anche un efficace sistema di monitoraggio dell’ambiente che permette di individuare precocemente il comparire di piccoli focolai d’infestazione e di controllare il verificarsi di una re-infestazione, identificando le zone maggiormente frequentate, dove in genere si annidano gli individui giovani e le femmine pronte a deporre l’ooteca.

Trappole per blatte fai da te

In alternativa alle trappole per blatte presenti in commercio, è possibile realizzare delle trappole casalinghe che hanno una discreta efficacia se utilizzate per eliminare una piccola popolazione di blatte adulte.

Costruire una trappola adesiva con le proprie mani è molto semplice: basta prendere una qualsiasi scatola aperta ai lati, applicare sul fondo del nastro biadesivo, collocare all’interno un’esca e aspettare pazientemente che le blatte vi entrino e rimangano intrappolate.

Un modo ancora più semplice per intrappolare gli scarafaggi è quello di riempire un vasetto di acqua per metà e collocarlo vicino alle pareti. Le blatte, che sopravvivono solo per pochi giorni senz’acqua, entreranno nel vasetto e non riusciranno più ad uscire.

Un’altra soluzione ingegnosa per liberarsi delle blatte, che sfrutta il loro bisogno di cibo anziché quello di acqua, consiste nel prendere una bottiglia di plastica tagliata a metà e ungere molto bene le pareti con della vaselina per impedire che gli insetti possano risalire.
A questo punto non resta che inserire nel contenitore del cibo che funga da esca, come, ad esempio, delle bucce di frutta, e collocare la trappola nelle zone più frequentate dalle blatte, vicino ai muri.

Chiama o invia una mail per ricevere un

Uno dei metodi fai da te più singolari (e che fa anche un po’ sorridere) per combattere gli scarafaggi è quello che sfrutta il vino.
In questo caso bisogna prendere una bacinella, riempirla con del vino e posizionarla sotto i lavelli presi di mira dagli sgraditi ospiti.
Attratte dal profumo vinoso, le blatte berranno il liquido, ubriacandosi, e cadranno nella bacinella, finendo per annegare.

Le trappole per scarafaggi sono indicate per infestazioni di lieve entità, dove si rivelano piuttosto risolutive, soprattutto se utilizzate in combinazione con altri metodi, ma è necessario sottolineare che non sempre sono sufficienti a debellare del tutto l’invasione, anche perché non intaccano le uova. Hanno sì il vantaggio di non essere tossiche su persone e animali, ma sono meno efficaci di altri rimedi antiblatte come le esche a gel, che non si limitano ad uccidere gli insetti, ma li avvelenano con una sostanza che rimane attiva anche dopo l’ingestione per fare in modo che, una volta tornate al nido, le blatte infettino tutta la colonia.

È importante tenere presente che, prima di applicare le trappole per blatte o qualsiasi altro trattamento contro gli scarafaggi, bisogna pulire accuratamente le aree colpite e non lasciare per troppo tempo i rifiuti in bella vista, per mettere al riparo la casa da pericoli di carattere igienico-sanitario. Tali misure preventive vanno seguite anche dopo l’eliminazione degli scarafaggi, per scongiurare il rischio di una re-infestazione.

A ciò bisogna aggiungere che, se l’infestazione è in fase avanzata, è totalmente inutile cercare di risolvere il problema autonomamente. L’unica soluzione è rivolgersi a disinfestatori professionisti capaci di sterminare blattoidei di qualsiasi specie raggiungendo i punti più nascosti in cui gli insetti si annidano ed eliminando anche le uova, particolarmente resistenti ai trattamenti, senza mettere a rischio la sicurezza delle persone e dell’ambiente. Inoltre, gli esperti del settore sono in grado di identificare il tipo di blatta e di scegliere il metodo più efficace di cattura in base alle abitudini e ai comportamenti.

Disinfestare Scarafaggi

Gli scarafaggi sono insetti infestanti che vivono preferibilmente in luoghi caldi,umidi e bui. Nel mondo vi sono molte specie di scarafaggi ma in Italia se ne conoscono 15 tipi. Tra le varie razze di scarafaggio ve ne sono alcune innocue ma la maggior parte di essere sono dannose per la salute dell’uomo e degli animali domestici. Vediamo dunque quali sono i metodi più efficiente per disinfestare scarafaggi e uova.

Conoscere la specie

Le abitazioni rappresentano spesso il luogo ideale per la vita e la proliferazione di questa specie di insetti, ecco perché il disinfestare scarafaggi rappresenta una necessità. Le temperature calde e l’abbondante fonte di cibo e acqua che si trovano in casa forniscono alle blatte tutto ciò di cui hanno bisogno per il loro ciclo vitale. Perciò si sviluppano colonie di blatte all’interno della casa creando una situazione pericolosa per la salute dei suoi abitanti. Molto importante è agire rapidamente tramite disinfestazione da scarafaggi e, per fare questo, è bene comprendere quale tipo di scarafaggio ha infestato la casa.

Riconoscere gli scarafaggi è semplice, nel momento in cui avviene lo spiacevole incontro con questi parassiti si riconoscerà subito il loro colore scuro e forma ovale. La parte esterna è lucida e appare come una sorta di corazza.

Dove si nascondono gli scarafaggi?

Le blatte sono di diverso tipo e prediligono luoghi della casa differenti, grazie a questa distinzione si individua facilmente il genere di blatta che ha infestato la casa, cos’ da poter disinfestare scarafaggi e larve utilizzando prodotti specifici. Solitamente nei bagni si trovano le blatte orientalis che risalgono dalle tubature dell’acqua fino a raggiungere l’interno della casa. Questi scarafaggi si nutrono di cellule umane, capelli e resti di sapone.

La cucina resta sempre il luogo prediletto per gli scarafaggi che sono sempre alla ricerca di cibo e trovano tra gli elettrodomestici e sotto i mobili il nascondiglio ideale per creare la loro tana e depositare le uova. In cucina si possono trovare le blatte orientalis e le blatte germaniche, queste due razze di scarafaggio si trovano anche in lavanderia dove c’è il clima perfetto per la loro sopravvivenza.

La blatta orientalis preferisce i luoghi freschi, spesso si nasconde anche negli scantinati o nei seminterrati ed ama nutrirsi di cellulosa, carta e cartone.

Scarafaggi come eliminarli

disinfestare scarafaggiUn’infestazione da scarafaggi è una delle cose più fastidiose che ci sia. Oltre al pericolo per la salute della propria famiglia e degli animali domestici che vivono nell’abitazione, la vista di questi parassiti è spiacevole, procura stress e paura soprattutto per bambini e anziani. Per eliminare gli scarafaggi una volta per tutte è indispensabile contattare una ditta di disinfestazione e procedere con il trattamento definitivo.

Prima di trovarsi constretti a disinfestare scarafaggi e blatte. possiamo ricorrere ad alcuni accorgimenti che possono aiutare a prevenire le infestazioni. Prima di tutto è necessario sigillare il cibo in contenitori o sacchetti di plastica.

Mantenere pulito l’ambiente evitando di lasciare residui di cibo in terra o sui ripiani della cucina o in qualsiasi altro ambiente della casa. Bisogna fare attenzione anche a non lasciare piatti e pentole sporche nel lavandino, inoltre è bene asciugare bene il lavabo per non fornire una fonte di acqua agli scarafaggi.

Un altro punto importante è chiudere ogni accesso agli scarafaggi, quindi osservare da dove possono entrare e sigillare con silicone ove possibile o porre dei paraspifferi sotto le porte. Spesso gli scarafaggi risalgono le tubature dell’acqua, porre quindi nello scarico del lavandino le apposite grigliette che impediscono ai parassiti di uscire. Controllare anche i tubi dell’acqua e in caso di crepe o rotture, provvedere alla riparazione.

Disinfestazione scarafaggi professionale

Per essere sicuri di debellare un’infestazione da scarafaggi è necessario chiamare una ditta di disinfestazione professionale. I tecnici disinfestatori si recheranno sul luogo indicato e verificheranno l’effettiva presenza di un’infestazione da scarafaggi. Fatto questo esamineranno le zone infestate per individuare il tipo di scarafaggio presente. Cercheranno tutte le possibili vie di accesso dall’esterno e dall’interno della casa sigillandole e procederanno con il trattamento. Per eliminare gli scarafaggi si può procedere apponendo delle apposite trappole per scarafaggi in posizioni strategiche. In concomitanza si utilizzano prodotti particolari in dotazione solo ai professionisti del settore per procedere con la disinfestazione da scarafaggi.

In seguito i tecnici pianificheranno ove necessario, un piano di controllo per i mesi seguenti in modo da verificare che tutti gli scarafaggi siano stati eliminati comprese le uova. Questo per evitare che vi sia una nuova infestazione dovuta alla presenza di scarafaggi sopravvissuti o da larve e uova ancora presenti nell’ambiente. Spesso infatti con i sistemi fai da te, si eliminano gli esemplari adulti ma non le uova nascoste negli anfratti del muro o dietro agli elettrodomestici che presto si schiudono invadendo di nuovo la casa.

Disinfestazione da scarafaggi per le aziende

Anche le aziende sono a rischio infestazione da scarafaggi e in questo caso i danni non riguardano solo la salute in quando gli scarafaggi possono provocare danni anche a livello finanziario.

Le aziende devono quindi provvedere ad una disinfestazione professionale in caso di infestazione da blatte, controllando ove presenti, la mensa, i locali di preparazione e consumazione pasti, i magazzini, gli archivi e i seminterrati. L’OMS ha dichiarato che gli scarafaggi non rappresentano una causa diretta di malattia ma sono dei trasportatori importanti di agenti patogeni che portano ad ammalarsi. Per sapere i costi delle disinfestazioni blatte in aziende, segui: disinfestazione blatte costi.

Malattie trasmesse dagli scarafaggi

Lo scarafaggio è un parassita molto pericoloso per la salute dell’uomo. Quando infestano la cucina, possono contaminare per contatto direttamente il cibo ma anche i piani della cucina, le stoviglie, il lavandino, il fornello, e tutto ciò che poi andrà a contatto con il cibo o direttamente con la persona. Gli scarafaggi possono trasmettere malattie di vario genere che possono manifestarsi come reazioni allergiche, attacchi d’asma, eritemi, eczema ma anche malattie più gravi.

Lo stress emotivo e psicologico che la convivenza con dei parassiti infestanti può dare agli elementi della famiglia, soprattutto alle persone più sensibili come bambini e anziani provoca disagi non indifferenti. Nei soggetti predisposti possono portare ad ansia e attacchi di panico.

Gli scarafaggi trasportatori di agenti patogeni

Lo scarafaggio è un parassito che trasporta agenti patogeni in diversi modi, può infatti trasportali sulle zampe o sul corpo, ma anche al loro interno e trasmetterlo all’uomo o agli animali domestici tramite feci o vomito. Vediamo alcune delle malattie più comuni trasmesse dagli scarafaggi.

Una delle malattie più diffuse è la salmonellosi, come anche l’epatite, la dissenteria, malattie gastriche, TBC, infestazione da verme solitario, tenia, intossicazione alimentare.
Per questo motivo bisogna procedere al più presto ad una disinfestazione da scarafaggi senza attendere oltre per non aumentare il rischio per la propria salute e per quella della propria famiglia.

Anche gli animali domestici sono soggetti alle malattie derivanti dalla presenza di scarafaggi in casa. Bisogna sempre ricordarsi di non lasciare le ciotole del cane con resti di cibo e acqua a portata di scarafaggio.

 

Tifo, colera, peste malattie trasmesse dagli scarafaggi

Come i ratti, lo scarafaggio è famoso per il trasporto di salmonella, malattia che da sintomi similari alla salmonella. I sintomi che caratterizzano la salmonellosi sono vomito, diarrea, febbre. In alcuni casi gli scarafaggi hanno provocato anche malattie come la febbre tifoide, una malattia molto contagiosa e a rischio epidemico. I sintomi sono febbre alta, stitichezza o diarrea, dolori muscolari, mal di testa, disturbi gastrici.

Come i ratti anche gli scarafaggi si sono resi colpevoli a loro insaputa della diffusione di colera e peste bubbonica, essendo anch’essi frequentatori di fogne e luoghi non troppo puliti. Per questo motivo è indispensabile un’immediata disinfestazione da scarafaggi appena se ne rileva la presenza.

Contaminazione tramite cibo e acqua

Il metodo di trasmissione delle malattie più frequente avviene tramite il cibo o bevande che sono venuti a contatto con gli scarafaggi. Non tutti lo sanno ma anche l’aria può essere contaminata dagli scarafaggi, più precisamente dal loro vomito o dalla pelle dello scarafaggio che viene inconsapevolmente inalata dalle persone contaminandole. In questi casi si possono avere forti reazioni allergiche o attacchi di asma.

Per evitare la diffusione di malattie da parte degli scarafaggi è necessario evitare che questi parassiti infestino gli edifici utilizzando metodi metodi di prevenzione. Una perfetta pulizia degli ambienti, il sigillamento delle crepe e le possibili entrate degli scarafaggi, corretta igiene personale e soprattutto frequenti lavaggi delle mani e disinfezione dei piani di appoggio della cucina possono evitare conseguenze serie. In caso tutto questo non sia sufficiente a tenere lontano gli scarafaggio non resta altro che richiedere una disinfestazione scarafaggi.


  • Pulizia post-disinfestazione blatte

Dopo un intervento di disinfestazione scarafaggi e blatte è fortemente consigliato rivolgersi ad un’impresa professionale per far svolgere una pulizia speciale in tutta l’area trattata. I prodotti utilizzati nella disinfestazione ed i resti degli infestanti morti potrebbero lasciare tracce, quasi invisibili all’occhio umano, ma pur sempre presenti. Disinfettare a fondo gli ambienti trattati in precedenza con prodotti chimici è il modo migliore per far tornare la tua casa, il tuo negozio o il tuo ufficio al suo stato sano originario.

Quanto Costa Disinfestazione Blatte?

Disinfestazione Blatte e scarafaggi

Gli interventi dei nostri esperti possono essere effettuati in locali pubblici, privati e commerciali.
€105
75,00
  • Hai casa infestata dalle blatte?
  • Non trovi l'origine dell'infestazione?
  • Affidati a un esperto!
Chiama Ora!

Lo Scarafaggio: l'ospite indesiderato

Le blatte (o scarafaggi) appartengono all’ordine dei Blattoidei, un’ampia famiglia di insetti particolarmente diffusi.
Vengono infatti classificate come gli insetti infestanti più comuni in tutto il pianeta. Le infestazioni di scarafaggi sono molto frequenti, indistintamente dall’area in cui si trova la tua abitazione o la tua attività.

Sia centri urbani che zone di campagna vengono spesso afflitti dalla piaga delle colonie di scarafaggi, che grazie alla loro rapidissima prolificazione, sono in grado di triplicare la propria presenza in maniera costante ed in breve tempo, aumentando così la gravità dell’infestazione.
Per affrontare una lotta sicura e definitiva contro le blatte è opportuno rivolgersi ad una ditta professionale in grado di risolvere il problema velocemente.
Il costo disinfestazione scarafaggi è direttamente proporzionale a differenti fattori che vengono presi in considerazione; infatti, non esiste un costo disinfestazione blatte standard per ogni tipo di situazione, bensì viene calcolato su:

  • dimensione dell’area da disinfestare;
  • densità del grado di infestazione.

SoS Emergenza Blatte!

Quanto Costa Disinfestazione Blatte
PRESENZA DI BLATTE: Quanti esemplari hai trovato?
Grado di infestazione 63%

Se il numero di esemplari che hai trovato in casa (o nella tua attività commerciale o industriale) è superiore a 10 allora il problema di scarafaggi è abbastanza grave e potrebbe peggiorare in breve tempo. In base al grado di infestazione sapremo come affrontare il problema e con quale tra i metodi attualmente esistenti, quindi è importante fornire un dato approssimativo al tecnico.

La Pericolosità delle Blatte

Il problema principale di un'infestazione da scarafaggi è senza dubbio la minaccia alla nostra salute che comporta: le blatte invadono spesso le cucine e si rifugiano all'interno delle credenze, dove hanno accesso facilitato alle nostre scorte di cibo. Il contatto tra l'insetto e le riserve alimentari le rende nocive e può provocare forti irritazioni ed allergie.

Gli scarafaggi hanno un ciclo riproduttivo velocissimo per questo ed altri motivi non bisogna nemmeno un secondo più del necessario per effettuare una deblattizzazione prima che l’invasione sia troppo estesa. Un esemplare femmina può mettere al mondo oltre 100.000 piccoli scarafaggi. L’unico modo per avere un controllo efficace sulle blatte è quello di affidarsi con fiducia a professionisti esperti che riconosceranno la razza delle blatte mettendo in atto la strategia adeguata a distruggere la colonia nel più breve tempo possibile.

Costo deblatizzazione

I costi per una disinfestazione professionale dipendono dall’estensione dell’area sulla quale effettuare il trattamento e da quanto è grave l’infestazione. I prezzi inoltre, variano da città a città quindi potremo trovare un costo di deblatizzazione a Milano che si aggira intorno ai 60 euro, a Napoli 50 euro mentre a Catania potrebbe avere un costo di 55 euro prendendo in considerazione un bilocale di circa 50 mq. Le variabili sono molte ed è consigliabile richiedere un preventivo gratuito per avere una previsione di costo personalizzata e precisa. Vi sono infatti situazioni di infestazione avanzata che possono richiedere anche migliaia di euro per la deblatizzazione soprattutto nei casi in cui bisogna disinfestare fin dentro le fognature da tanto è estesa l’infestazione.

Costo della deblattizzazione professionale: qual’è la differenza

deblattizzazione costiUn intervento di deblatizzazione professionale è chiaramente diverso dai trattamenti fai da te e presenta enormi vantaggi, vediamo quali sono e perché conviene.

È necessario intervenire con una deblatizzazione professionale nel momento in cui vi sono molte blatte nell’appartamento anche dopo aver utilizzato gli insetticidi e i prodotti chimici da banco.

Se la presenza degli scarafaggi persiste significa che l’infestazione è più estesa del previsto ed è necessario intervenire in fretta per evitare che vengano veicolate malattie come la tubercolosi, il colera, l’epatite e la salmonellosi. Non tutti sanno che le feci delle blatte provocano allergie e problemi alla respirazione. Molte volte i metodi fari da te non risolvono questo problema in quanto le blatte riescono a nascondersi il luoghi di difficile accesso. I prodotti che si trovano in commercio sono limitati per la sicurezza dell’utente e quindi depotenziati, per tale motivo non riescono ad ottenere un risultato ottimale. Inoltre con questi prodotti si può rischiare l’avvelenamento, il pericolo riguarda soprattutto i bambini e gli animali domestici. L’utente pur leggendo le istruzioni non ha una preparazione adeguata per individuare il pericolo nel prodotto che sta utilizzando e questo può mettere a rischio la propria famiglia.

Come evitare le infestazioni da blatte?

Le blatte sono insetti molto resistenti e posso vivere più di 30 giorni senza toccare cibo ma, come per tutti gli esseri viventi, la necessità dell’acqua è assoluta. Senza acqua uno scarafaggio può resistere solo 15 giorni. Per tale ragione è bene eliminare ogni fonte d’acqua sia in casa che nei dintorni di essa. Ciotole per il cane, secchi, sottovasi tutto ciò che può fare da contenitore per l’acqua deve essere eliminato o svuotato subito dopo l’uso facendo attenzione a versare il contenuto in un tombino o sulla terra in modo che non resti in superficie. Gli alimenti devono essere sigillati in sacchetti e barattoli con chiusura ermetica e conservati nella dispensa che va vuotata e pulita regolarmente verificando che non vi siano escrementi di blatta.

Le briciole che inevitabilmente si formano durante i pasti vanno raccolte minuziosamente con l’aiuto di un aspirapolvere sul pavimento. Anche il tavolo e i mobili non devono presentare resti di cibo che attirerebbero gli scarafaggi. Inoltre è bene verificare che in casa non vi siano tubi dell’acqua che perdono o crepe nelle pareti dove gli insetti potrebbero nascondersi e nidificare. Le blatte possono entrerà nell’abitazione in diversi modi, potremmo essere anche noi a portarli come spesso accade con le valigie utilizzate per un viaggio. Gli scarafaggi vi si nascondono o depongono le uova che poi noi portiamo a casa. Altri luoghi di ingresso delle blatte sono gli scarichi del lavandino, della doccia, la porta di ingresso se non è ben isolata, i fori di aerazione delle stufe o della cucina, ecc.

Cosa comprende il costo della deblatizzazione?

La deblattizzazione professionale per le abitazioni civili prevede tre fasi: prevenzione, bonifica e monitoraggio. Per prevenire si intende mettere in atto tutte quelle precauzioni che servono ad evitare che le blatte si introducano in casa e trovino terreno fertile ove costruire la propria colonia. La bonifica si effettua quando l’infestazione è già presente e si procede con l’eliminazione di tutte le blatte presenti comprese le uova. La terza fase dell’intervento di deblattizzazione è il monitoraggio durante il quale lo specialista controlla che non si sia rimasta qualche blatta o uova che schiudendosi potrebbero dare vita ad una nuova infestazione da blatte.

Come eliminare scarafaggi in modo naturale?

Le gravi infestazioni di blatte e scarafaggi sono una piaga comune in moltissime città italiane e colpiscono sia le zone urbane che quelle più rurali, non facendo distinzione tra case private e locali commerciali (come ristoranti, hotel, B&B, alberghi, ostelli, ecc.) o industriali. A causa della loro elevata prolificazione, tenere sotto controllo la presenza delle blatte non è un compito semplice poiché l’avvistamento di 2 o 3 esemplari è già segnale di un’enorme infestazione imminente. A questo proposito scopriamo come eliminare scarafaggi in modo naturale.

Disinfestazioni blatte: metodi di deblattizzazione naturale

Il settore delle disinfestazioni è in costante aggiornamento per quanto riguarda i metodi per eliminare le blatte, studiandone sempre di nuovi e più efficaci per combattere gli scarafaggi in maniera rapida e definitiva. Anche i prodotti impiegati per la deblattizzazione chimica sono in continua trasformazione, per risultare sempre più efficaci contro gli infestanti e meno tossici per l’uomo.

Pur essendo estremamente efficaci però, ultimamente i prodotti chimici vengono messi in secondo piano rispetto a delle innovative tecniche di disinfestazione ecologica, volta a tutelare e sostenere l’ambiente circostante. Sotto la macro-categoria della disinfestazione blatte con rimedi naturali ci sono varie sotto-categorie e scuole di pensiero, tutte testate e più o meno efficaci in base al luogo da disinfestare ed al grado di infestazione presente.

Uno dei metodi ecologici più utilizzati è sicuramente la disinfestazione meccanica tramite l’utilizzo di trappole per blatte, tutte di differenti dimensioni che si limitano ad attrarre l’insetto al loro interno per poi intrappolarlo. Troviamo poi la disinfestazione naturale che viene applicata utilizzando animali, come gechi e lucertole, che si nutrono di scarafaggi e blatte, liberando i nostri ambienti esterni.

Le lucertole mangiano scarafaggi?

Le lucertole ed i gechi mangiano scarafaggi in quanto loro predatori naturali; l’alimentazione di queste due specie è molto varia, nutrendosi di insetti adulti, larve e uova di moltissimi insetti infestanti: tra questi possiamo trovare mosche, zanzare, moscerini, lombrichi, ecc.

Si può dunque dire che affidare l’eliminazione degli scarafaggi a gechi e lucertole non è per niente una follia, risultando uno dei metodi più ecologici in assoluto, senza l’impiego di nessun prodotto contenente agenti chimici e nessuno spray anti-blatte potenzialmente tossico.

La disinfestazione naturale funziona per le Uova di blatte?

Quando gli scarafaggi rilasciano le ooteche piene di uova, bisogna iniziare a preoccuparsi poiché l’aumento dell’infestazione sarà imminente: tra tutti i metodi di controllo esistenti ce ne sono alcuni dedicati solamente allo sterminio delle prime fasi evolutive dell’insetto, questo comprende uova e larve.
Il metodo totalmente naturale di uccisione, affidato a gechi e lucertole, funziona benissimo anche per le uova di scarafaggio proprio come per le larve, delle quali i piccoli rettili sono particolarmente ghiotti.

Come Eliminare le Blatte

Come eliminare le blatte in casa

Prima di capire come eliminare le blatte, vediamo in breve cosa sono e quali le caratteristiche di questi insetti.

I Blattoidei, meglio conosciuti comunemente con il nome di “blatte” o “scarafaggi”, rappresentano una tipologia comune di insetto infestante che comprende più di 4000 specie diverse, suddivise in sei famiglie. Per la loro grande capacità di adattamento e di sopravvivenza a diverse tipologie di ambienti, si ritrovano diffuse ovunque ma, patendo il freddo, scompaiono, quasi del tutto, nelle regioni polari o in paesi con altitudini superiori ai 2000 metri.

come eliminare le blattePresentano un corpo rotondeggiante, dai colori non troppo appariscenti: la specie più diffusa, infatti, è il classico “scaraggio marrone”, anche se è possibile ritrovarle di colore rossoo o nero. Le dimensioni, invece, variano molto, in base alla sottospecie di appartanenza, e possono variare dai classici 3 millimetri agli 8 centimetri, per le tipologie australiane. Sono generalmente provvisti di antenne, lunghe e sottili, mentre gli occhi possono essere sia assenti, in alcune sottofamiglie, che presenti ai lati delle antenne. Le zampe, infine, sono sottili ma molto robuste mentre le ali anteriori si differenziano in base alla specie analizzata.

Come molte specie di insetti simili, le femmine depongono le uova per la riproduzione, in un numero variabile in base alla famiglia di appartenenza che si schiudono, poi, in amcome eliminare le blatte rossecome eliminare le blatte dalla cucinacome eliminare le blatte germanichebienti generalmente umidi e bui. Il ciclo di sviluppo, subito dopo la nascita, è però molto lento e si svolge in intervalli che variano da alcuni mesi ad alcuni anni, a seconda delle condizioni ambientali. Nel corso del loro ciclo vitale, i blattoidei subiscono, in genere, da sei a dieci mute, passando attraverso i vari stadi vitali, da quello più immaturo, detto preneanide (in genere di colore bianco), e che vivono vicino alla madre, a quello più evoluto (di colore scuro).

Come anticipato, i Blattoidei sono diffusi, prevalentemente, nelle regioni tropicali e subtropicali, a causa del clima particolarmente umido e che ne favorisce la nascita e la crescita. Molte famiglie, però, si sono evolute fino a colonizzare le città, “muovendosi” e diffondendosi tramite il trasporto marittimo di merci. In Italia si contano circa 40 specie diverse di Blattoidei, note, generalmente, con i nomi comuni di blatta nera, blatta rossa, “blatta grigia” ed, infine, la cosi detta blatta dei mobili o, altrimenti detto, “scarafaggio marrone”. Nell’Italia meridionale e in Sicilia, è presente, inoltre, la così detta “blatta egiziana”(o Polyphaga aegyptiaca), di chiara provenienza nord-africana.

Ci si chiede, allora, quale sia il loro habitat fisiologico. Dove tendono a vivere e proliferare? Le blatte colonizzano, in genere, i più svariati ambienti ma prediligono, per la loro crescita e per il loro svilippo, ambienti tendenzialmente umidi e poco illuminati, proprio come alla nascita. Vivono all’aperto, nei boschi, nelle campagne, riparandosi tra le rocce, in anfratti naturali o sotto massi. Possono anche vivere in ambienti acquatici, in lacune o stagni eppure le ritroviamo anche all’interno delle nostre abitazioni e dei nostri edifici. E proprio queste sono quelle che destano il maggiore interesse dato che, pur essendo una minoranza, possono causare non pochi problemi.

Come eliminare le blatte da casa: rimedi e soluzioni

Ovviamente anche le blatte hanno dei nemici: alcuni di questi, naturali, sono i così detti Imenotteri, ovvero dei parassiti predatori che proliferano nutrendosi, per l’appunto, delle uova dei Blattoidei. L’uomo, invece, ha come unica arma quella della disinfestazione, sia essa con tecniche fai da te che con metodologie più professionali, affiandosi a tecnici specialisti nell’eliminazione di tale specie dalle nostre case. La difesa dagli scarafaggi, infatti, si indirizza esclusivamente contro queste specie, considerate “domestiche” e si attua, per l’appunto, attraverso tre macro tipologie di intervento che possiamo suddividere in:

Metodi fai da te

Accorgimenti, prevenzione e soluzioni naturali

La prevenzione è, senz’altro, il metodo di maggiore rilievo nel combattere la colonizzazione delle blatte, in quanto elimina, all’origine, il problema. Eliminando, infatti, le condizioni ambientali che potrebbero favorire il loro proliferare e attuando tutte le misure d’igiene, come la pulizia dei locali e dei mobili di arredamento, nonchè la conservazione degli alimenti in contenitori ben chiusi (specialmente per quel che riguarda farine, lieviti, legumi e cereali) o evitando la permanenza dei rifiuti presso le nostre abitazioni, è possibile far si che gli scarafaggi non trovino l’ambiente adatto alla loro vita e al loro sviluppo.

Anche la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici diventa un fattore di prevenzione, andando ad eliminare eventuali muffe o parti umide che ne potrebbero favorire l’insediamento e la crescita. I punti critici, infatti, sono quasi sempre le cucine, i servizi igienico-sanitari, gli scarchi e le cantine: l’ispezionare e il manutenzionare periodicamente questi elementi, infatti, elimina il sorgere di colonie di blattoidei o il loro proliferare all’interno della nostra casa. Anche la pulizia, con acqua e aceto, di ripiani, di angoli nascosti come quelli dietro gli elettrodomestici della cucina, di superfici pavimentate e piastrellate diventa un deterrente per la crescita incontrollata delle colonie di blatte in quanto l’aceto è una sostanza a loro nociva che ne causa sia lo stordimento che la migrazione fuori dalla nostra abitazione.

Il secondo metodo comprende il trattamento con esche, ovvero la disposizione di “trappole” a scopo attrattivo-alimentare, di varia natura, e che vengono disposte nei punti sospetti di passaggio o di stanziamento della colonia.

Collegato al metodo precedente, la terza tipologia di intervento comprende il trattamento con particolari sostanze come la canfora o la polvere di borace (senz’altro più soft della prima) o con particolari composti chimici, come gli insetticidi per uso civile, con un forte potere abbattente, a base di piretrina, con principi attivi molto persistenti e senz’altro efficaci. Se, però, preferiamo adottare metodi più naturali, è bene sapere che esistono, in natura, delle piantumazioni in grado di tenere lontani questi fastidiosi insetti: l’alloro, infatti, è un anti-blatta naturale, specialmente se posto, in foglie, dentro i cassetti degli armadi, nei ripostigli o negli angoli più difficili da raggiungere. Stessa cosa vale per l’aglio, per il tanaceto e per il rosmarino, tutte piante che non sono per nulla pericolose ne per gli esseri umani ne per eventuali animali domestici che abitano l’appartamento.

Disinfestazione blatte professionale

L’importanza del personale qualificato per eliminare gli scarafaggi

La Disinfestazione o Deblattizzazione è, infine, il metodo più drastico, utilizzato quindi nei casi più gravi, in quanto gli insettidici vengono nebulizzati e combinati con particolari sostanze atomizzate, ben più potenti dei primi. Per tale motivazione un intervento di questo tipo richiede, senz’altro, conoscenze specifiche di operatori qualificati e specializzati nel settore, non solo per il trattamento (seppur a bassa tossicità per persone e animali) ma anche per il successivo monitoraggio degli ambienti trattati, nelle settimane seguenti la prima operazione di disinfestazione.

A volte può essere necessario procedere ad un’ispezione preventiva di tutto l’intero condominio (se l’appartamento da trattare si trova all’interno di un edificio), prendendo in considerazione una disinfestazione condominiale generale, che miri ad eliminare del tutto le probabili colonie di origine delle blatte, attuando, però, anche tutta quella serie di azioni, correlate alla disinfestazione stessa, come la chiusura di crepe e fessure nei muri, l’eliminazione di eventuali parti umide tramite manutenzioni ordinarie e straordinarie che non riguardino solo il singolo appartamento, ma l’intero condominio.

Attrezzature per la disinfestazione blatte

Termonebbiogeni e Atomizzatori

Essendo, quello della colonizzazione delle blatte, un problema chiaramente molto diffuso e, a volte, difficile da estirpare, è necessario, quindi, combattere immediatamente l’invasione, sul nascere, di questi insetti. Oltre gli insetticidi di natura chimica, diverse sono le attrezzature che verranno utilizzate, dal personale specializzato, per combattere ed eliminare completamente, e nel miglior modo possibile, la colonia dei blattoidei, in modo da procedere secondo un criterio mirato.

Tra questi, i più utilizzati sono senz’altro il termonebbiogeno è un macchinario che viene utilizzato per annientare le colonie di scarafaggi comuni (o blatte orientalis) che si annidano all’interno delle condotte fognarie e che, per tale ragione, risultano anche tra i più difficili da eliminare.

Generalmente queste colonie proliferano nei piani interrati delle abitazioni o nei bassi ad uso commerciale, sbucando fuori dai pozzetti. Se per gli ambienti interni ci si limita a irrorare, manualmente, i pozzetti d’ispezione con insetticidi, per ambienti esterni, capoannoni o grandi rimesse viene utilizzato proprio il termonebbiogeno che, tramite l’azione di una serpentina di riscaldamento, particolari sostante chimiche, fumiganti e in stato gassoso, vengono nebulizzate all’interno dello scarico fognario o del pozzetto.

Per delle disinfestazioni più mirate vengono, inoltre, impiegati particolari macchinari, definiti atomizzatori (o comunemente chiamati “cannoni”) che, installati su degli automezzi, permettono agli operatori qualificati di agire, in modo mirato, su vaste superfici, comandando, tramite l’ausilio di appositi joystick, i movimenti del cannone. Una pompa dosatrice preleverà, poi, la sostanza insetticida da una cisterna, posta sempre sull’automezzo, che verrà irrorata dal cannone stesso.

Blatte in Cucina: Come Eliminarle

Blatte in cucina: come contrastare l’infestazione

blatte in cucina come eliminarleLe blatte, o scarafaggi, possono trasmettere delle malattie piuttosto serie come infezioni gastro intestinali, salmonella, epatite, dissenteria, tifo, infezioni da tenia e allergie, perciò è importante intervenire tempestivamente se questi insetti invadono la casa. La presenza di blatte in cucina incrementa notevolmente il rischio di contrarre infezioni; le blatte infatti rilasciano sostanze sulle superficie che, a seguito del contatto, con gli alimenti possono essere ingerite dall’uomo.

In genere questi insetti si stabiliscono in bagno e in cucina, attratti dall’acqua e da residui di cibo che rappresentano la loro alimentazione.
Per la disinfestazione dagli scarafaggi non basta ricorrere ai comuni insetticidi, ma occorrono dei prodotti specifici, perciò, al fine di debellarli radicalmente, bisogna conoscere bene le loro caratteristiche.

Le blatte: specie, habitat, ciclo biologico, abitudini di vita

Si conoscono circa 4000 specie di scarafaggi.
Appartenenti all’ordine dei Blattoidei, questi insetti, grazie alle loro straordinarie capacità di adattamento, sono diffusi praticamente in tutto il pianeta, tuttavia, prediligendo un clima caldo umido, è rara la loro presenza nelle aree geografiche più fredde.

Le specie più comuni che si possono trovare in Italia sono:
lo Scarafaggio Nero o Blatta Orientalis, dal corpo tozzo, di colore nero e con lunghe antenne;
la Blatta Americana o Scarafaggio Rosso detta anche Periplaneta Americana, dal corpo marrone rossiccio che è in grado di volare;
lo Scarafaggio Marrone o Supella Longipalpa (blatte piccolissime) molto infestante e capace di arrampicarsi in verticale sulle pareti, grazie alle ventose poste sulle sue zampe;
la Blatta Germanica o Fuochista che si distingue per le due strisce scure longitudinali sul dorso.

A parte le specificità di ciascuna specie, le blatte hanno delle caratteristiche comuni per quanto attiene all’habitat e alle abitudini di vita, infatti tutte le specie vivono preferibilmente in zone caldo umide, perciò in Italia le invasioni sono più frequenti in primavera e in estate.
Sono attratte dalle zone poco illuminate, infatti si nascondono sotto i mobili, negli anfratti dei muri ed è più facile incontrarli per casa durante la notte. Attenzione perciò a non sottovalutare l’avvistamento anche di un solo esemplare durante il giorno, considerandolo un evento isolato, perché può essere segno dell’esistenza di un’intera colonia!

Le blatte per vivere hanno bisogno di acqua e di umidità, per questo spesso si trovano in bagno o infestano le tubature e gli scarichi dell’acqua, sono onnivori e si nutrono di residui di cibo, come pezzetti frutta, di pane, materiale organico come capelli e peli, compresa carne in putrefazione.
Le blatte sono insetti difficili da debellare perché particolarmente resistenti e prolifere, basti pensare che la femmina di Blatta Orientalis si riproduce tutto l’anno deponendo nell’ooteca da 15 a 18 uova.
La Blatta Germanica invece si riproduce 4\8 volte l’anno deponendo circa 40 uova. Che sia previsto un periodo di cova o meno, a seconda della specie, gli scarafaggi depongono le ooteche negli anfratti dei muri, in fessure o luoghi protetti dove le uova si schiuderanno.

Disinfestazione da blatte

Innanzitutto bisogna eseguire una pulizia accurata della casa per eliminare tutte le possibili fonti di cibo per gli scarafaggi.
Certamente questo non basta, infatti spesso si introducono dall’esterno e si annidano in posti nascosti, quindi il passo successivo consiste nell’individuare crepe nei muri, nell’attacco delle prese elettriche, nello stipite delle porte, e sigillare le fessure con stucco o silicone.

Purtroppo l’azione preventiva spesso non basta ad evitare un’infestazione da scarafaggi, pertanto si rende necessario procedere con una vera e propria disinfestazione.

In commercio esistono diversi insetticidi per scarafaggi sottoforma di gel, spray o in polvere che si adattano a diverse esigenze: l’insetticida in polvere si applica lungo il perimetro esterno dell’abitazione (giardino, terrazzo, strada) per bloccare l’accesso degli insetti in casa, è efficace ma pericoloso per gli animali domestici, inoltre, per la sua consistenza in polvere, tende a disperdersi, non si fissa a lungo e bisogna ripetere l’operazione frequentemente.

Lo spray è molto pratico perché si presta ad essere spruzzato anche lungo il perimetro di porte e finestre, scongiurando così l’intrusione di scarafaggi volanti.
L’insetticida in gel è la soluzione ottimale, in quanto basta applicarne una piccola quantità (una goccia) lungo il perimetro interno della casa, per attirare gli scarafaggi, questi se ne nutrono e, tornando nel loro nido, infettano gli altri individui della colonia. Inoltre l’azione del gel perdura anche per mesi se non si bagna, quindi una sola applicazione protegge la casa per lungo tempo.

Altro rimedio in commercio per la disinfestazione sono le trappole per scarafaggi, a lunga durata e piuttosto pratiche. A volte le blatte entrano in casa direttamente dai tubi di scarico, in questo caso occorre intervenire con prodotti chimici in vendita in negozi specifici, da versare nel wc, sigillare con del nastro adesivo le aperture dei sanitari e lasciare agire tutta notte.
All’occorrenza bisogna ripetere l’operazione, ma servirà a disinfestare le tubare in modo definitivo.