Trappole per Blatte: Disinfestazione Blatte Fai da Te 5/5 (4)

trappola per blatte

La lotta alle blatte dovrebbe essere affidata a personale esperto perché si tratta di insetti molto difficili da debellare: si annidano nei punti più nascosti della casa, escono solo al buio e sono resistenti a molti degli insetticidi che si trovano in commercio. Tuttavia, se si decide di optare per il “fai da te“, una delle migliori soluzioni è rappresentata dalle trappole per blatte, sia per l’efficacia, sia per il basso impatto ambientale. 
Puoi acquistare le trappole per scarafaggi comodamente su internet.

Trappole Adesive per Blatte

Le trappole per blatte sono dei rimedi utilizzati sia per il monitoraggio delle aree infestate sia per la cattura degli insetti. Quelle tradizionali (trappole adesive) sono costituite da piccole scatole di cartone con fessure ai lati, simili a casette, con il fondo cosparso con un collante che serve ad intrappolare le blatte, attirandole per mezzo di una sostanza adescante

Trappole elettriche per Blatte

Oltre alle trappole collanti, in commercio si possono trovare altri rimedi che agiscono intrappolando gli scarafaggi. Le trappole elettriche, ad esempio, sono delle scatole di metallo che attirano le blatte per mezzo di un’esca; una volta intrappolati, gli insetti vengono uccisi da una scarica elettrica. 

La Blattella germanica, ad esempio, è solita portare con sè le uova; qualora venga catturata insieme all’ooteca, può succedere che, dopo la schiusa, le larve non restino intrappolate nella striscia collante, andando così a rintanarsi in un luogo protetto e a cercare nutrimento.

Le trappole per blatte rappresentano anche un efficace sistema di monitoraggio dell’ambiente che permette di individuare precocemente il comparire di piccoli focolai d’infestazione e di controllare il verificarsi di una re-infestazione, identificando le zone maggiormente frequentate, dove in genere si annidano gli individui giovani e le femmine pronte a deporre l’ooteca.

Trappole per blatte fai da te

In alternativa alle trappole per blatte presenti in commercio, è possibile realizzare delle trappole casalinghe che hanno una discreta efficacia se utilizzate per eliminare una piccola popolazione di blatte adulte.

Costruire una trappola adesiva con le proprie mani è molto semplice: basta prendere una qualsiasi scatola aperta ai lati, applicare sul fondo del nastro biadesivo, collocare all’interno un’esca e aspettare pazientemente che le blatte vi entrino e rimangano intrappolate.

Un modo ancora più semplice per intrappolare gli scarafaggi è quello di riempire un vasetto di acqua per metà e collocarlo vicino alle pareti. Le blatte, che sopravvivono solo per pochi giorni senz’acqua, entreranno nel vasetto e non riusciranno più ad uscire.

Chiama o invia una mail per ricevere un

Uno dei metodi fai da te più singolari (e che fa anche un po’ sorridere) per combattere gli scarafaggi è quello che sfrutta il vino.
In questo caso bisogna prendere una bacinella, riempirla con del vino e posizionarla sotto i lavelli presi di mira dagli sgraditi ospiti.
Attratte dal profumo vinoso, le blatte berranno il liquido, ubriacandosi, e cadranno nella bacinella, finendo per annegare.

Le trappole per scarafaggi sono indicate per infestazioni di lieve entità, dove si rivelano piuttosto risolutive, soprattutto se utilizzate in combinazione con altri metodi, ma è necessario sottolineare che non sempre sono sufficienti a debellare del tutto l’invasione, anche perché non intaccano le uova. Hanno sì il vantaggio di non essere tossiche su persone e animali, ma sono meno efficaci di altri rimedi antiblatte come le esche a gel, che non si limitano ad uccidere gli insetti, ma li avvelenano con una sostanza che rimane attiva anche dopo l’ingestione per fare in modo che, una volta tornate al nido, le blatte infettino tutta la colonia.

È importante tenere presente che, prima di applicare le trappole per blatte o qualsiasi altro trattamento contro gli scarafaggi, bisogna pulire accuratamente le aree colpite e non lasciare per troppo tempo i rifiuti in bella vista, per mettere al riparo la casa da pericoli di carattere igienico-sanitario. Tali misure preventive vanno seguite anche dopo l’eliminazione degli scarafaggi, per scongiurare il rischio di una re-infestazione.

A ciò bisogna aggiungere che, se l’infestazione è in fase avanzata, è totalmente inutile cercare di risolvere il problema autonomamente. L’unica soluzione è rivolgersi a disinfestatori professionisti capaci di sterminare blattoidei di qualsiasi specie raggiungendo i punti più nascosti in cui gli insetti si annidano ed eliminando anche le uova, particolarmente resistenti ai trattamenti, senza mettere a rischio la sicurezza delle persone e dell’ambiente. Inoltre, gli esperti del settore sono in grado di identificare il tipo di blatta e di scegliere il metodo più efficace di cattura in base alle abitudini e ai comportamenti.

Vedi anche  Trovare Scarafaggi in Casa

Lascia una valutazione!